GLOSSARIO
LE PAROLE PIU' IMPORTANTI

Affisso: è il nome dell’allevamento. Un gatto porta sempre e comunque il nome dell’allevamento in cui è nato. Quello dell’allevamento del suo nuovo proprietario può essere aggiunto. Il nome dell’allevamento deve essere depositato presso il Libro delle Origini e deve essere ufficialmente riconosciuto (lo attestano i documenti) altrimenti non è utilizzabile. E’ proprietà personale di chi ne ha fatto richiesta e non può essere cambiato. In caso di morte del proprietario, non potrà essere utilizzato prima che siano trascorsi venti anni, salvo rivendicazione di un erede diretto.

Agouti: piccolo roditore dell’America del Sud dal colore grigio-giallastro determinato da pelo composto da bande gialle e da bande nere alternate. Questa colorazione del mantello, provocata dalla depigmentazione di alcune zone del pelo, è generata dal gene che è portatore del colore selvatico e determina sul pelo nero una o più bande di colore giallo-rossastro.

Alopecia areata: malattia infiammatoria che comporta perdita di pelo a chiazze.

Allevatore (“addetto alle nascite”): allevatore proprietario di almeno una femmina di razza che fa nascere alcuni gatti a casa propria. E’ detentore di un affisso ufficialmente riconosciuto e deve ottemperare a un certo numero di obblighi amministrativi (dichiarazione di allevamento, di monta, di nascita, di vendita del gatto ecc.)

Anestro: periodo di inattività sessuale, in un ciclo stagionale poliestrale, di solito durante l’autunno e l’inverno.

Anoressia: mancanza patologica di appetito.

Apprendimento: modificazione relativamente durevole del comportamento indotta dall’esperienza.

Blu: il mantello è di un grigio-bleu uniforme, senza alcun disegno.

Blotched (marmorizzato): si dice di un mantello in cui le strisce sono larghe e libere e talvolta formano delle volute sui fianchi.

Brown: bruno fulvo più o meno scuro. Attualmente non esiste un manto a tinta uniforme tra i maine coon.

Calore: periodo di recettività sessuale nelle femmine, estro.

Cardiomiopatia ipertrofica (CMH o HCM): malattia genetica ereditaria che danneggia il muscolo cardiaco per ispessimento progressivo dei tessuti.

Castrazione: vedi Sterilizzazione. Rimozione chirurgica degli organi riproduttivi.

Cessione (di un gatto di razza): titolo ufficiale dell’atto di vendita (che può essere a titolo gratuito, motivo per il quale si parla di cessione) di un gatto di razza.

Cheratina: proteina insolubile sintetizzata dalle cellule della pelle; è il principale componente di pelle, pelo e unghie…. non solo nei gatti 😉

Ciclo estrale: ciclo riproduttivo della gatta adulta, include proestro, estro, metaestro e diestro.

Clamidosi felina: provocata da un batterio, questa patologia dà luogo a sintomi (congiuntivite e infezioni polmonari) talvolta confusi con quelli della coriza.

Classico: si dice di un mantello in cui le striature sono larghe e parallele alla spina dorsale.

CMH: vedi Cardiomiopatia ipertrofica.

Cobby: forma del corpo del gatto arrotondata e massiccia.

Coda dello stallone: espressione impiegata per indicare una produzione eccessiva di sebo da parte delle ghiandole sovracaudali del gatto maschio non castrato.

Colostro: latte prodotto nei primi due giorni dopo il parto, ricco di proteine e anticorpi.

Cuscinetto plantare: zona di pelle morbida e priva di pelo situata sotto la zampa.

Cuscinetto portabaffi: piccola zona situata vicino al naso e ai lati della mascella superiore, pelosa e rigonfia, dalla quale nascono i baffi.

Diestro: interestro, il periodo di quiescienza tra due periodi estrali.

Domesticazione: modificazione della morfologia, fisiologia e comportamento di una specie animale, rispetto alla corrispondente forma selvatica, a vantaggio dell’uomo.

Erba gatta: erba delle Labiate (Nepeta Cataria) con fiori azzurri radi e proprietà medicamentose.

Estro: calore: periodo ricorrente, di varia durata, durante la quale la femmina diventa sessualmente recettiva al maschio e, se accoppiata, ha l’ovulazione.

Etologia: scienza che studia il comportamento e le abitudini animali con particolare attenzione alle loro reciproche relazioni e all’adattamento all’ambiente.

Evoluzione: trasformazione nel corso del tempo degli organismi viventi, con l’affermazione di nuovi caratteri trasmessi geneticamente.

FCV: calci virosi felina.

Felidi: nome della famiglia tassonomica dei gatti.

FeLV: leucemia felina, ahimè una delle principali cause di morte dei gatti domestici.

Fenotipo: espressione visibile dei caratteri genetici.

Feromone: secrezione odorosa che sollecita una specifica risposta in un altro individuo della stessa specie (anche negli ominidi) 

FIP: peritonite infettiva felina, infezioe da coronavirus, sempre fatale.

FIV: immunodeficienza felina, patologia provocata da virus.

Flehmen: atteggiamento caratteristico di esposizione dei denti con retrazione del labbro superiore, evocato dall’odore di urina.

FLUDT: conosciuta anche come sindrome urologica felina (FUS), insieme di affezioni che colpiscono il basso tratto urinario.

FRV: il più grave dei virus della coriza, responsabile della rinotracheite felina.

Gattaiola: apertura nella parte inferiore di porte e finestre per consentire il passaggio del gatto.

Gene: elemento di un cromosoma portatore di caratteristiche ereditarie. Il gene è suscettibile di mutazione.

Genotipo: insieme delle caratteristiche genetiche di un individuo.

Gestazione: l’intero periodo della gravidanza, periodo di sviluppo del feto dalla fecondazione dell’uovo al parto; nei gatti dura 64-69 giorni.

HCM: vedi Cardiomiopatia ipertrofica.

Ibridazione: fecondazione di animale con altro di razza o varietà diversa.

Immunodeficienza felina (FIV): causata da un retrovirus con il quale non esiste vaccino

Insight: intuizione, percezione immediata del significato di un evento e delle caratteristiche di una situazione, con attivazione mentale e fisica al fine di individuare ed utilizzare le risorse per affrontare e risolvere un problema.

Interestro: diestro; periodo di quiescenza tra due estri.

Interspecifico: tra individui di specie diverse.

Intraspecifico: tra individui della stessa specie.

Ipertermia: aumento anormale della temperatura corporea.

Libro delle origini: registro genealogico destinato a raccogliere l’iscrizione di tutti i gatti delle razze riconosciute o in via di riconoscimento. Permette di fissare e di rilasciare i pedigree e i titoli di proprietà, di registrare i trasferimenti di proprietà, di registrare le dichiarazioni e di rilasciare gli affissi di allevamento.

Lynx tips: ciuffi di pelo che ornano le estremità delle orecchie esterne della lince, del bobcat (Felis rufus) e del maine coon.

Mackerel: si dice di un mantello le cui striature sono fini, serrate e perpendicolari alla colonna vertebrale.

Marcatura: atto del lasciare un segno; nel mondo animale viene utilizzata per contrassegnare il proprio territorio.

Melanina: pigmento cutaneo.

Membrana nittitante: o terza palpebra. Membrana posta all’angolo interno dell’occhio, nella palpebra inferiore.

Metaestro: il periodo di attività follicolare che segue l’estro.

Metrite: infiammazione dell’utero.

Midriasi: dilatazione della pupilla.

Miosi: contrazione della pupilla.

Muso: zona che comprende i cuscinetti portabaffi, la mascella e il mento.

Mutazione: modificazione chimica di un gene che comporta una variazione delle caratteristiche genetiche.

Nistagmo: rapidi movimenti involontari degli occhi, il più delle volte in senso orizzontale.

Organo sopracaudale: insieme di ghiandole sebacee presenti sul dorso della coda del gatto maschio adulto e integro.

Organo di Jacobson o vomeronale: organo sensoriale posto tra la bocca e la cavità nasale.

Pet therapy: utilizzo di animali d’affezione per agevolare il processo di cura e guarigione di alcune patologie organiche e psichiche.

PIF: peritonite infettiva felina.

Piloerezione: riflesso in conseguenza del qual il pelo si “rizza”.

PKD: vedi Policistosi renale.

Policistosi renale (PKD): malattia genetica ereditaria che colpisce i reni di alcuni gatti con la moltiplicazione di cisti e la distruzione dei tessuti e provoca la morte dell’animale. Può essere diagnosticata precocemente.

Polidattilia: anomalia genetica che comporta la presenza di dita supplementari. Gatti affetti da polidattilia sono presenti in alcune linee di maine coon americani. Alcuni allevatori, considerando questa particolarità come specifica, cercano di mantenere la riproduzione di tali maine coon, nonostante questi non siano accettati ai concorsi.

Poliestro stagionale: susseguirsi di cicli estrali durante una parte dell’anno (di solito da febbraio ad ottobre),

Proestro: periodo prima dell’estro.

Razza: insieme degli individui di una specie animale che si differenziano per uno o più caratteri costanti etrasmissibili ai discendenti. Stabilita da caratteristiche registrate sotto il nome di standard, la razza diviene una razza riconosciuta. Vi hanno accesso tutti i gatti di cui si conoscono le origini (i genitori sono stati iscritti al Libro delle origini da tre generazioni).

Riflesso ovulatorio: rilascio delle cellule uovo solo in risposta al coito (tipico dei felini).

Screziatura: (ticking o tipping): il pelo è striato in lunghezza da bande di colore diverso, nero su fondo giallastro. A seconda del numero della bande nere si parla di doppia o tripla striatura (v. anche Agouti).

Smoke: il mantello del gatto è nero, blu o fulvo uniforme, ma la base dei peli è bianca.

Specie: complesso di individui che hanno gli stessi caratteri biologici e morfologici e che, riproducendosi, danno una discendenza feconda.

Spotted (macchiettato): si dice di un mantello le cui macchie, più o meno grandi, si presentano arrotondate.

Standard: descrizione dell’insieme delle caratteristiche che contraddistinguono una razza: taglia, colore e o disegno del mantello, lunghezza e tipo di pelo, colore e taglio degli occhi, tipo di orecchie, forma del corpo, zampe, coda, testa, tipo di coda, carattere.

Sterilizzazione: si utilizza questo termine, al posto di castrazione, indifferentemente per un gatto maschio o per una femmina. L’operazione consiste nell’asportazione delle ghiandole genitali al fine di impedire la riproduzione di un soggetto malato o troppo anziano, oppure più semplicemente per evitare che marchi il proprio territorio quando questo diviene insopportabile. Questa pratica viene utilizzata anche per evitare il moltiplicarsi di animali randagi.

Superfecondazione: fecondazione di uova da diversi accoppiamenti durante il ciclo ovulatorio; con la conseguenza che una cucciolata può avere più di un padre.

Superfetazione: fecondazione di un uovo che si verifica durante un diverso ciclo ovulatorio, quando un feto è già presente nell’utero.

Tabby: tutti i mantelli possono essere tabby, ma questa caratteristica si vede solo su quelli che hanno un fondo agouti (Beige) sul quale spicca il colore scuro del disegno che orna il pelo.

Tapetum lucidum: strato riflettente posto sotto la retina; fa brillare gli occhi del gatto nel buio.

Tartufo: zona terminale del naso priva di pelo.

Taurina: aminoacido essenziale per il gatto, necessario per il corretto sviluppo e funzionamento di retima ecuore.

Ticking: tipping, pigmentazione del pelo, sulla punta, o a bande.

Tigrato: disegno tabby a strisce.

Toxoplasmosi: malattia parassitaria trasmissibile all’uomo, pericolosa per le donne in gravidanza perché può danneggiare gli occhi e il cervello del feto.

Transizionale: che caratterizza e agevola il passaggio da una fase dell’evoluzione psicoaffettiva ad un’altra.

Uniforme: il mantello uniforme è di un colore puro senza alcun disegno.

Vibresse: baffi, peli o setole sensitivi in rapporto con teminazioni nervose.

Zooantropologia: scienza che studia le interazioni tra gli animali e l’uomo.

Zoonosi: malattie dei mammiferi causata da microbi o da parassiti (toxoplasmosi, tubercolosi e altre) trasmissibili all’uomo.

Breed

Compagnia

Ecocardio

Inbreeding

Pedigree

Razza

Riproduzione

Guardare un gatto è come guardare il fuoco: si rimane sempre incantati.

Giorgio Celli